Studio fisioterapico
di Davide Bernabè e Giulia Ceccacci.

fisioterapia Kinestudio, centro di riabilitazione e fisioterapia di Davide Bernabè e Giulia Ceccacci. I servizi: Terapie manuali, terapie fisiche e riabilitazione. Siamo a Fano (PU) e Ostra Vetere (AN). Riabilitazione: trattamento scoliosi, riabilitazione domiciliare, riabilitazione neurologica, riabilitazione ortopedica.Terapie fisiche: tecar, elettrostimolazioni, tens, laser, ultrasuoni, ionoforesi.Terapie manuali: terapia neurodinamica, tecnica maitland, metodo mezieres, tecnica kaltenborn, linfodrenaggio manuale.La Tecarterapia riattiva e stimola il sistema emo-linfatico dal interno accelerando i naturali processi autoriparativi e antinfiammatori e potenziando gli effetti della terapia manuale. Tecar. Le Onde d’urto Focalizzate, utilizzate in terapia ortopedica, sono delle particolari onde acustiche ad alta energia con andamento, impulso e valori di pressione generati molto più elevati, mediamente 100 volte superiori (circa 500 bar contro 4-5 bar di un’ onda d’urto radiale), rispetto alle onde d’urto radiali. Il metodo Mezieres consiste nel trovare, nello squilibrio generale di tutta la nostra muscolatura, il muscolo o i muscoli contratti, nel lavorare questi muscoli nella loro manifestazione patologica per fare allentare le tensioni e per ridargli la loro lunghezza originale affinché il corpo possa ritrovare la sua forma armoniosa. Quali sono le cause più comuni di incontinenza urinaria? Gravidanza Menopausa. Perché ricorrere al trattamento riabilitativo fisioterapico? Quando i muscoli del pavimento pelvico vengono danneggiati o perdono elasticità si manifestano disturbi quali l’incontinenza o il dolore pelvico che, secondo le ultime evidenze scientifiche, possono essere risolti o contenuti nell’80% dei casi con il trattamento riabilitativo fisioterapico. In che cosa consiste la riabilitazione del pavimento pelvico? La riabilitazione del pavimento pelvico si avvale di tecniche specifiche di tipo conservativo che hanno come obiettivo la correzione dei sintomi; vengono utilizzati: L’esercizio terapeutico: esercizi di contrazione e rilassamento dei muscoli in grado di favorire la presa di coscienza e il rafforzamento di tutto il sistema di sostegno degli organi pelvico. Il biofeedback: si utilizza una sonda collegata ad un’apparecchiatura dotata di schermo sul quale viene riprodotto il lavoro della paziente, in questo modo la persona ha la possibilità di vedere se esegue correttamente l’esercizio e correggersi. La stimolazione elettrica funzionale: è una stimolazione passiva effettuata mediante l’utilizzo di correnti elettriche bifasiche tramite degli elettrodi posizionati sui muscoli.

ONDE D’URTO

Le Onde d’urto Focalizzate, utilizzate in terapia ortopedica, sono delle particolari onde acustiche ad alta energia con andamento,  impulso e valori di pressione generati molto più elevati, mediamente 100 volte superiori (circa 500 bar contro 4-5 bar di un’ onda d’urto radiale), rispetto alle onde d’urto radiali.

Nel tessuto colpito si verificano fenomeni di cavitazione che stimolano la formazione di  nuovi vasi sanguigni e quindi la rivitalizzazione  del tessuto in questione; tali onde sonore agiscono in profondità fino a 7,5 cm a seconda dell’apparecchiatura utilizzata.

Pertanto la terapia ad onde d’urto focalizzate proprio per la sua specificità deve essere eseguito solo da personale sanitario Medico e/o Fisioterapico opportunamente formato.

 

Indicazioni  terapeutiche sull’apparato muscolo-scheletrico avvalorate scientificamente:

Tendinopatia dei tessuti molli
Fascite plantare con sperone sperone calcaneare
Tendinopatia calcifica di spalla
Tendinite del tendine d’Achille
Epicondilite laterale di gomito
Tendinite trocanterica
Tendinite della zampa d’oca
Tendinite post-traumatica di ginocchio
Tendinite del rotuleo

Tessuti ossei
Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi
Necrosi asettica testa omero/femore
Fratture da stress
Algoneurodistrofia

Patologie dei tessuti molli:
Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio
Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin.
Calcificazione e ossificazione
Miositi ossificanti
Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce
Controindicazioni  alla terapia con onde d’urto:

– infezione acuta dei tessuti molli/ossa
– malattie primarie perniciose
– epifisiolisi nel punto focale
– malattie della coagulazione del sangue
– gravidanza
– pazienti con pacemaker
– tessuto polmonare nel punto focale
– cervello, midollo spinale, grandi nervi nel punto focale (neurocranio, colonna vertebrale, costole)

MANIPOLAZIONE FASCIALE
TERAPIE MANUALI
MANIPOLAZIONE FASCIALE MANIPOLAZIONE FASCIALE
RIABILITAZIONE PELVICA
TERAPIE MANUALI
RIABILITAZIONE PELVICA RIABILITAZIONE PELVICA
ONDE D’URTO
TERAPIE FISICHE
ONDE D’URTO ONDE D’URTO
TERAPIA NEURODINAMICA
TERAPIE MANUALI
TERAPIA NEURODINAMICA TERAPIA NEURODINAMICA
TECAR
TERAPIE FISICHE
TECAR TECAR
POSTURALE MEZIERES
TERAPIE MANUALI
POSTURALE MEZIERES POSTURALE MEZIERES
TECNICA MAITLAND
TERAPIE MANUALI
TECNICA MAITLAND TECNICA MAITLAND
TECNICA KALTENBORN
TERAPIE MANUALI
TECNICA KALTENBORN TECNICA KALTENBORN
LINFODRENAGGIO MANUALE
TERAPIE MANUALI
LINFODRENAGGIO MANUALE LINFODRENAGGIO MANUALE
LASER
TERAPIE FISICHE
LASER LASER